Marcantonio Hotel a Roma

Marcantonio Hotel Roma Termini
info +39 06 4891 3171

Colosseo – Riapre l’attico – Era la tribuna dei plebei – dal 1 novembre 2017

Il clangore delle armi, il ruggito delle belve inferocite. E poi frastuono di grida, incitamenti, tifo. Assistere duemila anni fa ad uno spettacolo del Colosseo racconta l’archeologa Rossella Rea, responsabile del monumento, doveva essere un’esperienza a tinte molto forti. “Una bolgia incredibile di rumori e di odori” avvolgeva i 50 mila spettatori di ogni livello sociale ordinatamente divisi nei vari anelli, ognuno comunque con il suo posto a sedere, in marmo per i più abbienti, in legno per la plebe, che era confinata negli scranni più alti, dove i particolari dei combattimenti si scorgevano appena e anche i rumori arrivavano più attutiti.

Tant’è, riservato per ragioni di sicurezza a gruppi di massimo 25 persone accompagnate da una guida, il nuovo percorso comincia al terzo livello dell’anfiteatro con l’attraversamento di grande suggestione dell’unica galleria ancora conservata com’era in origine e che presenta anche un ulteriore unicum: intonaci bianchi con segni di colore riportati alla luce da un capillare restauro. Una galleria intermedia, spiega Rea, che aveva una funzione di smistamento del pubblico che dal secondo livello (oggi il primo piano dell’Anfiteatro) raggiungeva i piani più alti della cavea. Prima il “meniano secondo”, al quarto livello, dove su ampi sedili di marmo divisi per categorie trovavano posto i commercianti e la piccola borghesia, poi il “meniano in ligneis”, riservato alla plebe, l’unico con i sedili in legno e il più scomodo da raggiungere, arrampicato com’è a  40 metri dall’arena.

Il percorso per ora è accessibile solo con le ripide scale che è bene salire e scendere con attenzione. Ma si sta lavorando, assicura Galloni, per installare un montapersone che permetterà la visita anche a chi non può camminare.

Il biglietto costa 9 euro (gratuito sotto i 12 anni), 15 se unito alla visita di sotterranei e piano arena. La prenotazione è obbligatoria.

le prenotazioni da oggi sono aperte, ma l’ingresso è previsto dal primo novembre 2017

Approfondimenti