Marcantonio Hotel a Roma

Marcantonio Hotel Roma Termini
info +39 06 4891 3171

Natale a Roma: le 10 cose da non perdere

Roma è una città splendida e il Natale a Roma ancora di più, non mancano certamente le cose da fare per questo abbiamo deciso di metterne in evidenza alcune; sono spunti, idee, riguardo quelle che secondo noi sono le cose da non perdere durante il periodo natalizio a Roma.

 

Dunque vediamo come passare il Natale a Roma

 

Natale a Roma

 

1. Esprimere un desiderio sotto l’albero di Natale in P.zza S.Pietro in attesa della SS Messa del 24 e del 25 dicembre                                                          

Un motivo e un desiderio in più per essere in P.zza S.Pietro ad ammirare l’albero di Natale, un abete bavarese alto 25 metri, decorato con un’infinità di palle colorate, risultato di un paziente lavoro dei bambini ricoverati negli ospedali oncologici italiani. Un pensiero-desiderio per loro è indispensabile. Albero e presepe saranno visibili da martedì 8 Dicembre giorno in cui si apre il Giubileo straordinario alla Misericordia. L’albero sarà poi illuminato nel pomeriggio di venerdì 18 Dicembre.

Se volete poi partecipare alla SS Messa della Notte di Natale il 24 Dicembre. Nella Basilica di S.Pietro l’ingresso è gratuito ma si devono richiedere i biglietti di accesso alla Prefettura Pontificia. Inoltre il 25 dicembre alle 12:00, il Papa darà la Benedizione Urbi et Orbi in Piazza San Pietro e non sono necessari i biglietti di ingresso.

Il 26 Dicembre, invece, sempre alle 12:00, sempre in Piazza San Pietro, è in programma l’Angelus. Anche in questo caso non sono necessari i biglietti di ingresso.

La sera del 31, il Papa presiederà la celebrazione dei primi Vespri e la recita del Te Deum di ringraziamento di fine anno. Sono necessari i biglietti di ingresso, gratuiti.

ll 1° gennaio, il Papa saluterà il nuovo anno con la Messa, alle 10 in Vaticano, per la Solennità di Maria SS.ma Madre di Dio e in occasione della Giornata mondiale della pace.

Sempre a San Pietro, il 6 gennaio, il Papa presiederà la celebrazione eucaristica della Solennità dell’Epifania del Signore.

 

2. Curiosare al Mercatino di Natale e alla Festa della Befana in P.zza Navona

Tutto nuovo il Mercatino di Natale a P.zza Navona pronta anche ad accogliere l’arrivo della Befana il 6 Gennaio. Nella splendida cornice architettonica della piazza, tutto sarà pronto per la vendita di addobbi natalizi, presepi, giocattoli, dolciumi, libri per bambini, zampognette, palloncini e prodotti artigianali. Oltre al consueto Teatrino dei Burattini e la tradizionale Giostra natalizia si svolgeranno diverse attività di spettacolo fino al 6 Gennaio con la Festa della Befana, quest’anno riqualificata per l’intrattenimento dei bambini. Più cultura e più gioco per la felicità di tutti.

 

3. Sentirsi glamour con lo shopping nel tridente della moda da P.zza Venezia a P.zza del Popolo con la famosa Via Condotti

Per gli amanti dello shopping glamour dell’ultima ora, suggeriamo la passeggiata da Via del Corso (da Pzza Venezia) e percorrerla verso Pzza del Popolo fino alla Galleria Sordi, difronte a Pzza Colonna, dove potrete acquistare libri e musica alla libreria Feltrinelli. Continuando la passeggiata si arriva da Zara nello storico palazzo che fu della Rinascente proseguendo fino al Palazzo Fendi sulla sinistra. Sul lato opposto troverete Via Condotti, Via Borgognona e Via Frattina con le boutique più prestigiose dei grandi marchi della moda italiana ed internazionale. Non c’è obbligo di acquisto, basta anche guardare, ammirare e… sognare!

 

4. Coprire la pittura “an plain air” degli impressionisti quali Manet, Monet, Renoir, Degas e altri al Vittoriano                                                                      

Edouard Manet, Pierre-Auguste Renoir, Edgar Degas, Frédéric Bazille, Camille Pissarro, Paul Cézanne, Berthe Morisot: sono solo alcuni degli gli artisti presenti al Complesso del Vittoriano, più di sessanta opere, tra cui anche diverse sculture, tutte opere impressioniste scelte per mettere in luce gli aspetti innovativi di questo movimento artistico.

 

5. Immergersi nello splendore della Fontana di Trevi appena restaurata e reilluminata, come fece la Ekberg nel film “La dolce vita”        

La Fontana di Trevi è appena stata restituita ai romani e a tutti i viaggiatori del mondo dopo due anni di completo restauro curato dalla Maison di Moda Fendi. Non perdetevi quindi di essere tra i primi a riammirare il suo originario splendore senza dimenticarsi di voltare le spalle all’acqua e nel gettare una monetina esprimere un desiderio. Magari si avvererà proprio tra le luci di questo Natale!

 

6. Elettrizzarsi al concerto di Jovannotti il 27, 28, 30 dicembre al Palalottomatica                                                                                                                    

Più di due ore di energia nel nuovo tour di invernale di Jovanotti che approda a Roma al Palalottomatica durante il periodo natalizio il 27, 28 e 30 Dicembre. Show tutto diverso da quello estivo anche se tra l’estate e l’inverno ci di mezzo i fatti drammatici di Parigi. Ma Giovanotti esalta la vita celebrandola con la sua energia attraverso il linguaggio universale della musica positiva. Nello show canta, balla, salta, suda, cambia d’abito come un indemoniato. Alla fine si inchina e ringrazia il suo pubblico, sfinito ma vincitore.

 

7. Interpretare l’enigmaticità di Balthus in mostra alle Scuderie del Quirinale e a Villa Medici                                                                                                              

Una grande mostra monografica con circa 200 opere che celebra l’artista francese di origine polacca in tutto il suo percorso artistico, dalle prime tele geometriche passando per i quadri monumentali e femminili fino alle ultime composizioni dove le forme tendono a scomparire. Suddivisa in due segmenti, alle Scuderie del Quirinale dove viene rappresentata una retrospettiva dei suoi lavori più noti e a Villa Medici in un viaggio tra le opere realizzate durante il suo lungo soggiorno romano in qualità di direttore dell’Accademia di Francia. Fino al 31 Gennaio 2016.

 

8. Assaporare una serata mondana nell’atmosfera natalizia del Mò  Repubblic a Monteverde

Se volete trascorrere una serata natalizia-romantica vi suggeriamo di prenotare al Mò Mò, un bellissimo quanto particolare ristorante situato in una suntuosa villa del 7oo in zona Monteverde (autobus H da Termini). Tra mille lucine potrete scegliere di mangiare nella sala che preferite, quella tipo pub all’italiana, o quella raffinata azzurra al primo piano o in una di quelle fantastiche al secondo. Aperitivo, pranzo, cena o brunch domenicale, potrete mangiare di tutto, dalla pizza alla carne al pesce. Ma attenzione alla carta dei vini, può fare la differenza per il conto finale. Buona serata.

 

9. Passeggiare tra i 100 presepi più belli del mondo raccolti nelle Sale del Bramante                                                                                                                              

È dal 1976 che la mostra d’arte presepale “100 Presepi” promuove e afferma una tradizione tipicamente italiana. Giunta alla sua 40 edizione ha luogo nelle Sale del Bramante della Basilica di S.Maria del Popolo. I presepi esposti, da quelli più classici del 6oo e 7oo napoletano e siciliano nonché dell’8oo romano a quelli più avvenieristici composti in vetro, ferro e altri con materiali non convenzionali, provengono da tutte le regioni d’Italia e da 25 paesi esteri rinnovandosi di anno in anno. Sono realizzati da artisti, collezionisti, studenti, rappresentanti di associazioni culturali e museali nazionali ed estere. Fino al 10 Gennaio 2016 dalle 9:30 alle 20:00.

 

10. Scaldarsi ballando al Concertone di Capodanno                                                    

Ultimamente si è affermata la moda del Capodanno in Piazza. Se avete voglia di fare baldoria insieme a gente di tutte le età e nazionalità sfidando il freddo della notte allora vi suggeriamo il Concertone di Capodanno a Piazza del Popolo o ai Fori Imperiali. Se siete amanti dei Fuochi d’artificio, possiamo consigliarvi di guardare lo spettacolo dalla terrazza del Gianicolo o da quella del Pincio, uno spettacolo indimenticabile (occorre il taxi per il trasferimento).