Marcantonio Hotel a Roma

Marcantonio Hotel Roma Termini
info +39 06 4891 3171

Succede a Roma

Colosseo – Riapre la tribuna dei plebei

Il clangore delle armi, il ruggito delle belve inferocite. E poi frastuono di grida, incitamenti, tifo. Assistere duemila anni fa ad uno spettacolo del Colosseo racconta l’archeologa Rossella Rea, responsabile del monumento, doveva essere un’esperienza a tinte molto forti. “Una bolgia incredibile di rumori e di odori” avvolgeva i 50 mila spettatori di ogni livello sociale ordinatamente divisi nei vari anelli, ognuno comunque con il suo posto a sedere, in marmo per i più abbienti, in legno per la plebe, che era confinata negli scranni più alti, dove i particolari dei combattimenti si scorgevano appena e anche i rumori arrivavano più attutiti.

Tant’è, riservato per ragioni di sicurezza a gruppi di massimo 25 persone accompagnate da una guida, il nuovo percorso comincia al terzo livello dell’anfiteatro con l’attraversamento di grande suggestione dell’unica galleria ancora conservata com’era in origine e che presenta anche un ulteriore unicum: intonaci bianchi con segni di colore riportati alla luce da un capillare restauro. Una galleria intermedia, spiega Rea, che aveva una funzione di smistamento del pubblico che dal secondo livello (oggi il primo piano dell’Anfiteatro) raggiungeva i piani più alti della cavea. Prima il “meniano secondo”, al quarto livello, dove su ampi sedili di marmo divisi per categorie trovavano posto i commercianti e la piccola borghesia, poi il “meniano in ligneis”, riservato alla plebe, l’unico con i sedili in legno e il più scomodo da raggiungere, arrampicato com’è a  40 metri dall’arena.

Il percorso per ora è accessibile solo con le ripide scale che è bene salire e scendere con attenzione. Ma si sta lavorando, assicura Galloni, per installare un montapersone che permetterà la visita anche a chi non può camminare.

Il biglietto costa 9 euro (gratuito sotto i 12 anni), 15 se unito alla visita di sotterranei e piano arena. La prenotazione è obbligatoria.

le prenotazioni da oggi sono aperte, ma l’ingresso è previsto dal primo novembre 2017

Approfondimenti


Picasso: Mostra a Roma – Scuderie del Quirinale – dal 22 settembre al 21 gennaio

Torna anche quest’anno la mostra di Picasso a Roma, presso le Scuderie del Quirinale.

Il titolo completo della rassegna espositiva è il seguente: “Picasso, tra Cubismo e Classicismo: 1915-1925”. Era il 1917 quando l’artista spagnolo arrivò per la prima volta in Italia dopo aver dato inizio alla rivoluzione cubista. Non fu un viaggio come tanti altri. Dalla sua visita italiana cambieranno tante cose, nella sua arte e nel contempo nella sua vita privata. L’esposizione è curata da Olivier Bergrruen ed è inserita nel progetto Picasso Meditérranée del Musée National Picasso.

Scegli la tua Camera a Roma


Soy Luna live a Roma 27 e 28 gennaio 2018

Soy Luna live a Roma 27 e 28 gennaio 2018

Lo spettacolo sarà arricchito da una squadra di ballerini pieni di energia e da una sensazionale band che suonerà dal vivo.

Soy Luna Live conquisterà il pubblico europeo con incredibili scenografie, coreografie elaborate e costumi colorati che renderanno il tour un’esperienza indimenticabile per tutti i fan.

PREZZO da 39€


“Imperdibile Marilyn” al Palazzo degli Esami Roma – dal 17 maggio al 30 luglio 2017

La diva oltre il glamour, la ragazza insicura che si innamorò del campione di baseball ma anche l’artista di piglio che correggeva copioni e contratti e voleva diventare produttrice. La stella più bionda di Hollywood, indimenticata star de Il principe e la ballerina o A qualcuno piace caldo, debutta a Roma con Imperdibile Marilyn.

Donna, mito, manager, mostra a Palazzo degli Esami fino al 30 luglio per raccontare il lato più intimo di Norma Jeane Montenson.

Un viaggio tra più di 300 oggetti personali (500 con le foto), a cura di Fabio Di Gioia di Da Vinci Grandi Eventi e del collezionista Ted Stampfer, dall’abito bianco di Quando la moglie è in vacanza alla vestaglia in seta color crema che sfoggiò in un celebre servizio fotografico. E poi gli oggetti da toilette, lo Chanel n.5, copioni, gli appunti d’amore di Arthur Miller, la targa del David di Donatello vinto nel ’59, persino la porta della casa a Los Angeles e per la prima volta la scarpa in satin indossata nel ’55 per lanciare la sua casa di produzione.


Mostra di Botero a Roma dal 5 Maggio al 27 Agosto 2017

Si svolgerà al Vittoriano nell’Ala Brasini, la Mostra di FERNANDO BOTERO la più grande retrospettiva italiana dedicata all’artista di Medellin (Columbia) per il suo 85esimo compleanno e i suoi 50 anni di carriera artistica.

Nelle 50 opere esposte, il mondo onirico, il linguaggio pittorico fatto di irreali figure voluminose e forme sensuali rappresentate da uomini, donne, piante ed animali dipinti con colori brillanti che ricordano le arti dell’america latina saranno i punti dominanti dell’arte dell’artista.

La mostra vede come sponsor Assicurazioni Generali e Ricola

Orari:   Lu –  Gi 9,30 – 19,30  Ve – Sa 9,30 – 22,00  Do – 9,30 – 20,30

Prezzi: Interi 12,00 Euro  –  Ridotti 10,00 Euro

Per maggiori info:
http://www.ilvittoriano.com/

https://www.hotelmarcantoniorome.com/rooms_type/camere/


Giovanni Boldini – Complesso del Vittoriano Ala Brasini – dal 4 marzo al 16 luglio 2017

Un grande protagonista della Belle Époque, un pittore straordinario che ha immortalato nei suoi ritratti le donne più belle dell’alta società parigina.

 

La mostra Giovanni Boldini, ospitata dal 4 marzo al 16 luglio a Roma al Complesso del Vittoriano – Ala Brasini, si presenta come una delle più ricche e spettacolari esposizioni antologiche degli ultimi decenni, proponendo al pubblico olii e pastelli tra i più rappresentativi della produzione di Boldini e di altri artisti a lui contemporanei, oltre a una piccola selezione di disegni su carta e incisioni.

L’esposizione ricostruisce passo dopo passo il geniale percorso artistico del grande maestro italo-francese che non è stato solo uno dei protagonisti di quel periodo ineguagliabile, o solo il geniale anticipatore della modernità novecentesca, ma colui che nelle sue opere ha reso ed esaltato la bellezza femminile, svelando l’anima più intima e misteriosa delle nobili dame dell’epoca, per lui “fragili icone”.

In mostra circa 160 opere


LA GRANDE ONDA: HOKUSAI E IL GIAPPONE dal 10/4 al 10/10 2017

LA GRANDE ONDA: HOKUSAI E IL GIAPPONE

dal 10 aprile al 10 settembre 2017

Chiostro del Bramante – Roma

Partendo dalla famosa immagine ‘La grande onda di Kanagawa‘, lo spettatore farà un viaggio alla scoperta della società, dell’arte e della cultura giapponese.

Come filo conduttore è stata scelta “La grande onda”, una delle opere d’arte non occidentali più conosciute al mondo. Realizzata nel 1830 all’interno di una serie chiamata “36 vedute del Monte Fuji”, oggi è riprodotta in circa cento esemplari, quelli conservati meglio di trovano al Metropolitan Museum of Art di New York e al British Museum di Londra.

“La grande onda” è un tratto di mare agitato in cui si trovano due barche di pescatori, vicino a Kanagawa, nei dintorni di Tokyo. A fare da cornice c’è il monte Fuji, il più alto del Giappone, che è un tutt’uno con il mare.  Molti critici ipotizzano che protagonista del quadro non sia l’onda, ma bensì le barche e la loro difficoltà in mare. Questo dubbio è dato dal fatto che i giapponesi leggono da destra a sinistra.

Tutti i giorni dalle 10.00 alle 20.00 – Sabato e domenica dalle 10.00 alle 21.00 (la biglietteria chiude un’ora prima).

Il Chiostro del Bramante è situato in Via Arco della Pace 5, nel cuore della Capitale, a pochi passi da Piazza Navona, Pantheon, Campo de ‘Fiori, Largo di Torre Argentina, Fontana di Trevi, Città del Vaticano.


LUCIANO LIGABUE 3-4-5-6-7 Febbraio al PALALOTTOMATICA

Dopo il successo di Liga Rock Park che ha attirato a Monza oltre 150.000 persone, parte ora da Roma il Made in Italy Tour che toccherà nei mesi di Febbraio, Marzo e Aprile alcune località italiane.

Al concerto di Roma Ligabue si esibirà con le canzoni dell’ultimo album intitolato appunto Made in Italy ed ovviamente con anche i vecchi successi più amati. La prevendita è già iniziata presso i rivenditori autorizzati.

Prezzi da 46 a 87€.


EDWARD HOOPER Fino al 12 Febbraio 2017 Complesso del Vittoriano

Il più popolare artista del realismo americano del XX secolo rappresentato con 60 opere tra i dipinti più celebri.

Le opere provenienti  dal Whitney Museum of New York raccontano la società  “middle class” americana rappresentata con estremo stilismo dove la luce chiara è sempre protagonista facilitando il rigore dell’immagine dipinta. L’artista, amato dai grandi registi della scena internazionale, offriva proprio con il suo rigore fonte di ispirazione per registi come Hitchcock con la casa di  “Psyco” o come la dimora di “La casa vicino alla ferrovia”. Famosa la frase di Hooper a chiarire la sua poetica  <<Se potessi dirlo a parole non ci sarebbe motivo di dipingere>>.

La mostra è divisa in 6 sezioni, ritratti, paesaggi, disegni preparatori, incisioni, oli ed acquarelli.